Grande Fratello, Valentina Vignali si dice contraria alle adozioni gay

Dopo il coming out di Cristian Imparato e le allusioni del cantante sul bel coinquilino Michael Terlizzi, nella casa del Grande Fratello si torna a parlare di omosessualità.

Il tema è sempre stato molto caldo nel primo reality show d’Italia, con diverse dichiarazioni che nelle varie edizioni hanno acceso gli animi di concorrenti e opinionisti. Ricordiamo le ultime, andando a ritroso troviamo: Francesco Monte e il disgusto per delle ragazze che si baciano, Enrico Silvestrin e le battute sui “ric***oni” su Instagram, Giulia De Lellis e la paura di prendere l’AIDS bevendo dal bicchiere di un omosessuale.

Quest’anno a rischiare le critiche dallo studio – beh, forse non quelle dell’omofoba Iva Zanicchi – è Valentina Vignali, che in una chiacchierata con lo stesso Cristian Imparato e Kiko Nalli.

L’episodio ha inizio con una confessione dell’ex-bambino prodigio di Io Canto«Io vorrei avere un figlio. Mi piacerebbe diventare padre indipendentemente dal fatto che possa trovare un fidanzato. Potrei crescerlo anche da solo. Quanti bambini crescono soli con i nonni o con la madre o il padre?».

A quel punto l’influencer nota per il suo lato B su Instagram e per aver mostrato la “patonza” alle telecamere del GF, ha deciso che era il caso di esprimere la sua personale opinione a riguardo: «Io invece non sono troppo d’accordo, cioè boh, è una cosa molto delicata. Io sono molto tradizionalista, credo fermamente nella casa, nella famiglia con la madre donna e il padre uomo. Io la penso così… Poi sicuramente un bimbo sta meglio in una famiglia serena che in situazioni difficili dove le madri e i padri fanno macelli. Però sono tradizionale io».

Qualcuno dovrebbe far presente alla Vignali che se lei è tradizionale può crescere un bambino con un uomo, ma da lì a giudicare gli altri inadatti di crescere dei figli ce ne vuole e spetterebbe semmai alla scienza, che in diverse occasioni si è espressa a favore delle famiglie arcobaleno. Ma quello di Valentina è, ahinoi, il pensiero di una grossa fetta di popolazione, quella che supporta parlamentari come Pillon e ministri come Fontana.

A difendere i diritti LGBT ci ha comunque pensato l’ex marito di Tina Cipollari, che alla Vignali ha risposto: «Io invece sono d’accordo… Io sì, sono per le famiglie arcobaleno al 100%». E ricordandoci di come Barbara D’Urso qualche settimana fa ha messo all’angolo Matteo Salvini sul Congresso Mondiale delle Famiglie, c’è da aspettarsi che anche lei avrà qualche parolina da dire a Valentina nella puntata di lunedì, con l’aiuto di Cristiano Malgioglio.

2 Replies to “Grande Fratello, Valentina Vignali si dice contraria alle adozioni gay”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *