50 sfumature di Eleonora Magnifico: il “best seller” dell’estate è il suo diario Facebook

Potremmo definirla la versione adulta di Melissa P., l’Anastasia Steele pugliese oppure una Bridget Jones più slanciata: il diario Facebook di Eleonora Magnifico è a tutti gli effetti il (mancato) best seller di questa estate. La carismatica cantante transgender di “Sono venuta”, da settimane regala ai propri follower i racconti delle proprie avventure più o meno romantiche, corredati dagli screenshot di particolari e goffe avance degli ammiratori.

Una narrazione spontanea e sincera, con quelle sfumature di ironia che solo una donna con la sua intelligenza può innestare a metà tra le intuizioni di chi ha già colto le dinamiche relazionali dell’altro genere e le emozioni adolescenziali di un’eterna sognatrice; «un po’ gatta e un po’ cagna», per citare una sua canzone.

In una delle pagine più intense del suo diario, Eleonora Magnifico ci parla di un’avventura in una spiaggia semi-deserta, un ragazzo dalla «faccia davvero interessante coi tratti da guerriero greco» e «belle gambe, con i quadricipiti ben sviluppati e possenti» dove si è «concentrata a lungo», per poi guidarlo come una «nave maestra» e cercando «con esperienza di tenerlo più a lungo prima di portarlo nel torrente, dove è finita la passione» e la nostra protagonista che si sentiva «già come Pheobe Cates».

Commentando i messaggi di un altro pretendente, Eleonora lancia un casting molto particolare: «Dunque, piastra per capelli andata, silkepil pure, la capa gira e il resto è come ieri o peggio. In compenso iniziano a offrirsi volontari “a tutti i costi”, per dare un voto al proprio coso. #castingcioleaperto».

«Care amiche mie – scrive Eleonora in un altra pagina del suo diario – avrei pure tanta voglia di accettare l’invito del camionista, 31 anni greco, perché dovete sapere che il mio primo amore adolescenziale, è stato il figlio di un camionista e la mia prima vera volta è stata proprio nella cabina di guida del camion del padre che poi è diventato suo, ma questa è una storia d’amore bellissima che merita un capitolo a parte». Tentata di «rivivere l’ebrezza da teenager, di quel momento», Eleonora stavolta decide di rifiutare l’appuntamento dopo una giornata no, con un pragmatico «tanto una volta ogni quindici giorni è in Italia e prima o poi un voto non glielo toglie nessuno! Ah, si chiama Kosta ed io potrei essere già la sua Nikka, #lacamionista».

Se Sky e Netflix propongono un film a Pamela Prati per il suo Mark Caltagirone gate, non vi è ragione per cui l’Adelphi o la Mondadori non debbano proporre ad Eleonora Magnifico il libro del secolo, un capolavoro preannunciato. A seguire, ovviamente, il film con prima rigorosamente all’Odeon di Bitonto.

 

Eleonora Magnifico è una degli ospiti del prossimo Salento Pride
Leggi anche: Spiaggia gay, il must have delle tue vacanze LGBT: le 5 più ricercate

One Reply to “50 sfumature di Eleonora Magnifico: il “best seller” dell’estate è il suo diario Facebook”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *