Cos’hanno in comune il peperoncino, il nuoto e il sadomaso?

Un peperoncino piccante, decine di vasche in stile libero e un rapporto BDSM. Nonostante possano sembrare cose completamente diverse, questi tre elementi hanno un comun denominatore: il piacere.

Durante atti come cibarsi, fare sport o sesso, il nostro corpo è in grado di produrre endorfine, delle sostanze chimiche prodotte dal cervello, dotate di un’attività analgesica ed eccitante, tant’è che la loro azione potrebbe essere paragonata alle sostanze oppiacee.

Le endorfine vengono captate da specifici recettori e sono responsabili di quel senso di appagamento dopo una buona mangiata o al termine di un rapporto sessuale. I recettori dell’endorfina sono maggiormente concentrati nelle aree della percezione del dolore, infatti queste sostanze hanno anche il “potere” di gestire e tollerare il dolore donando un senso di piacere.

Pratiche come il mangiare molto piccante o BDSM sono in grado di causarci un leggero dolore temporaneo che però a causa della produzione delle endorfine diventa un piacere. Ad esempio, la capsaicina, sostanza responsabile della piccantezza del peperoncino, è in grado di stimolare una sensazione tattile al pari di una piccola ustione, questa sensazione stimola il nostro cervello al produrre endorfine per sopportare il dolore stesso. Il sadomaso più o meno agisce allo stesso modo, il dolore fisico o un grande sforzo, come accade nello sport, generano endorfine per creare una resistenza al dolore, tutto ciò ci dona una carica di eccitazione e piacere.

Perché non unirli?

Sesso e sport per molti sono cose che vanno a braccetto, una corretta sessione completa con un’ampia scelta di posizioni potrebbe rivelarsi molto più valida che il semplice svolgimento di una scheda in palestra,… ma perché non unire il cibo?

Per rendere letteralmente più piccante un rapporto sessuale si potrebbe provare a stimolare attraverso la lingua e un peperoncino i capezzoli, questa pratica, è vero potrebbe certamente farvi bruciare un po’ le labbra, ma ben presto si trasformerebbe in un insolito piacere. Ovviamente tutto va fatto sempre con coscienza, non tutti i peperoncini sono adatti a questo genere di giochi e non tutte le parti del corpo potrebbero reagire bene a questo alimento.

Se non vi piace il cibo nel sesso, perché non invertire le cose e sodomizzare il cibo? Quando magari il vostro partner non ha voglia di essere legato e bendato perché non fare come la ragazza Eden la ragazza fiera dei suoi giochi eroici con angurie e avocado. Qualche anno fa il web spopolava di suoi video mentre effettuava queste pratiche di nicchia, la stessa però affermava che il collegamento tra la cucina e il BDSM è molto di più di ciò che si può pensare, molti oggetti di uso comune anche nelle cucine di casa somigliano e possono essere ottimi sostituti di giochini erotici, basta solo pensare alle cucchiarelle in legno nei cassetti di tutte le nonne d’Italia.

 

Leggi anche: Cibi afrodisiaci: tre insospettabili ingredienti per un’insalata erotica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *